Friscieu (frittelle) di porri della Riviera

Friscieu (frittelle) di porri della Riviera
 
La cucina ligure nasce da ingredienti poveri e semplici, le nostre verdure, le erbette odorose, le uova ed il formaggio, arricchiscono le torte salate, i ripieni, i ravioli ed i friscieu, le nostre tipiche frittelle cucinate in svariati modi.
Ho scovato la ricetta dimenticata di questre frittelline di porri nella memoria della quasi ottuagenaria Emilia che ha voluto affidarmela regalandomi insieme il ricordo di lei bambina e di suo papà Giobatta.
 In pieno inverno in tempo di guerra da Apricale, paese arroccato sulle colline delle nostre valli, Giobatta in bicicletta raggiungeva il mercato di Genova per comprare banane, zucchero, caffé e farina.
Il viaggio durava giorni e giorni e mamma Eugenia preparava le sue frittelle di porri per rifocillare Giobatta durante il cammino.
Ancor oggi anche se è raro, queste prelibatezze si possono gustare sulla tavola di qualche attento oste che come me è alla ricerca della tradizione perduta o chiaramente sulla mia terrazza all’ora dell’aperitivo.
Quindi affido a voi la ricetta e la memoria di Emilia con la speranza che venga tramandata.
 
Friscieu, frittelle di porri della Riviera
 
Ingredienti: 3 porri, 2 uova, 4 cucchiai di parmigiano grattugiato, 5 cucchiai di farina (circa 100 gr), 100 ml di acqua, sale, olio di semi di arachidi per friggere.
 
Sfogliate i porri e levate la parte verde. Tagliateli  sottili con la mandolina, lavateli ed asciugateli. Preparate una pastella con  le uova, il formaggio, il sale, la farina e l’acqua. Aggiungete i porri e mescolate bene. Friggete a cucchiaiate il composto, in olio di semi di arachidi profondo a temperatura non troppo alta, affinché non saranno ben dorate entrambe le parti.
Annunci

2 thoughts on “Friscieu (frittelle) di porri della Riviera

  1. Ci penso io a diffonderla, appena scrivo qualcosa di nuovo. Intanto sto preparando il libro sui viaggi e il cibo in America, ma poi ho già in mente qualcosa sulla Francia e la Liguria è limitrofa: troverò certo il modo di infilarci questa ricetta. Ti va bene? O te la vuoi tenere tu per…. Pensaci!

    • e’ un piacere farti dono di questa piccola ricetta….io ho in cantiere un libro che tardera’ sicuramente a venire…direi che puo’ essere tranquillamente condivisa da entrambe…. sara’ un onore per me lo sai….!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...