Ravioli di borragine di casa mia

Ravioli di borragine di casa mia
 
Nel paese de “La curva del Latte” di Nico Orengo trent’anni fa non c’era ancora il supermercato e la latteria dei miei genitori era sempre affollata di clienti.
 I mariti prendevano un buon caffé al banco e le mogli, mentre facevano la fila per pagare il latte ed il pane, si scambiavano ricette di ogni tipo.
A quei tempi non si usava il riso venere o la pasta phillo le ricette erano quelle tipiche, quelle tramandate di famiglia in famiglia, fatte di erbette selvatiche, uova, formaggi e verdure dell’orto.
Le torte salate, le verdure ripiene, le frittelle ed i ravioli! Tanto discussi ravioli!
Sfoglia con o senza uova, ripieno con o senza carne…insomma, ognuno ancor oggi li fa alla sua maniera, ed io chiaramente li faccio alla mia…
 
Ingredienti per la pasta: 350 g di farina 00, 1/2 bicchiere di vino bianco, un bicchiere d’acqua, sale.
 
Ingredienti per il ripieno: 350 g di borragine, 350 g di bietole, 130 g di ricotta, 4 cucchiai di parmigiano, un uovo, sale.
 
Preparate la pasta unendo la farina, il vino, l’acqua ed il sale. Lasciatela riposare un’ora coperta dalla pellicola.
Cuocete le verdure in acqua bollente salata per almeno 10 minuti, strizzatele bene e tritatele al coltello. Unitele alla ricotta, al formaggio e all’uovo. 
Stendete la pasta in rettangoli con la la nonna papera fino al n° 5  e tagliateli in strisce alte circa 5 cm. 
Con un sac à poche distribuitevi per lungo il ripieno, lasciate 2 cm di spazio verso l’interno e avvolgetela quindi verso l’esterno.
Tagliatela per la lunghezza, chiudete le estremità e pizzicate il salsicciotto distanziando i pizzichi di 1 cm. Tagliate con la rotella all’altezza dei pizzichi verso l’esterno in modo da sigillarli bene.
Cuocete i ravioli per 3 minuti in acqua bollente salata.
Quando salgono a galla scolateli in una pentola bassa dove avrete emulsionato del burro con poca acqua di cottura a cui avrete aggiunto qualche foglia di timo, di salvia o di santoreggia. Cospargete di parmigiano.
 
 
 
Annunci

18 thoughts on “Ravioli di borragine di casa mia

  1. Già! 30 anni fa! Quante cose son cambiate da allora, soprattutto in cucina! Se solo a quell’epoca avessimo pronunciato la parola “finger food” ci avrebbero preso per matti! Questa ricetta però è senza tempo e la sfoglia senza uova la devo assolutamente provare prima o poi! Nel frattempo posso solo dirti che sono felicissima di aver conosciuto il tuo blog! Ti seguirò!

    • ciao cara paneepomodoro, conosci il mio piccolo paese? La sfoglia senza uovo é un ricordo di povertà e semplicità, ci vuole pazienza e attenzione a lavorarla perché é molto delicata ma il risultato é ottimo…grazie dei tuoi complimenti…credo proprio che ci seguiremo a vicenda!!! 😉

  2. Ciao, bella questa ricetta, la proverò anch’io! Ti ringrazio infinitamente per essere passata dal mio blog, vedo che anche tu sei appassionata di cucina, ti seguirò molto volentieri! Ciao. Roberta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...